Home Luoghi di interesse storico I Dolmen di Bisceglie
Banner
I Dolmen di Bisceglie PDF Stampa E-mail
Distanza 43,6 Km - Tempo di percorrenza circa 40m - Come raggiungerla: clicca qui
Sorgono a breve distanza l'uno dall'altro, al massimo 1 o 2 km in linea d'area, lungo il percorso di Lama Santa Croce. Attualmente se ne contano quattro, bench in passato fossero pi numerosi. Si tratta di imponenti strutture funerarie megalitiche. In particolare, i dolmen biscegliesi, cos come il dolmen di Giovinazzo e alcuni dolmen di Taranto, rientrano nella tipologia delle tombe dolmeniche a corridoio entro tumulo ellittico e come tali sono databili allet del Bronzo (XVI sec. a.C.). L'ipotesi pi accreditata che si tratti di sepolture di famiglie prestigiose del luogo.

Dolmen la Chianca - Sulla via di Corato tra i pi conosciuti monumenti preistorici dItalia , il dolmen della Chianca presenta un ottimo stato di conservazione fu scoperto nel 1909 da Mosso e Samarelli.Appartenente alla tipologia della tomba a corridoio largo, e costituito da una cella sepolcrale e da un corridoio di accesso. La cella alta circa 1,80 mt. formata da tre grandi lastroni verticali su cui poggia il lastrone di copertura Tutto il materiale impiegato in calcare proviene dal territorio circostante. Dei due lastroni laterali, quello di sinistra presenta due piccole aperture praticate per far colare il sangue delle vittime sacrificate all'interno della tomba, per alcuni, o secondo altri per dare la possibilit all'anima del defunto di entrare nel corpo esamine.Il corridoio lungo 7,50 mt. ed formato da lastroni piatti, infissi verticalmente nel terreno, Gli scavi effettuati nella cella hanno restituito numerosi resti ossei umani attribuibili ad una decina di individui, ed un ricco corredo funerario costituito da vasi di ceramica ad impasto, e pendagli di collana, una fusaiola e frammenti di lama di ossidiana e di selce.

Dolmen dei Paladini - Il dolmen dei Paladini si trova in zona lame di Santa Croce. La cella misura 3 x 2,50 mt. ed alta 2 mt. il lastrone di copertura pesa di circa 8 tonnellate. Una leggenda narra che quando gli uomini erano giganti vi fu una gara tra i pi forti a chi alzasse la tavola di pietra pi grossa per costruire una casa. I primi piantarono verticalmente le pareti, ma vinse l'ultimo che da solo copr la casa sollevando d'un tratto l'enorme lastrone che fa da tetto.

Dolmen Albarosa - Sulla via di Ruvo di Puglia la sua scoperta, avvenuta nell'ottobre del 1909, si deve al Samarelli, mentre scavi successivi furono condotti dal Gervasio.Il dolmen conserva ancora parte del tumulo che lo ricopriva. In passato, infatti, nell'altipiano di Albarosa, a meno di 20 metri dall'orlo di una lama, era visibile un imponente cumulo di pietre, denominato comunemente "Specchione di Albarosa", al cui interno fu rinvenuto il dolmen. Non restano che ruderi sormontati da un fico, cresciuto proprio al centro di essi. Oggi la zona recintata e vi si pu accedere soltanto con una guida turistica. E' ubicato non distante dalla S.P. Bisceglie - Ruvo, a 5 KM. dal paese. Vi si giunge svoltando a destra subito dopo il ponte autostradale, seguendo l'apposita indicazione; poi bisogna svoltare a destra e avventurarsi tra viottoli, purtroppo non segnalati. Anche questo Dolmen stato scoperto nel 1909 dal Samarelli e si chiama cos per l'omonima contrada in cui si trova. E' lungo 7 m con un'altezza di 1,80 m. I reperti trovati: vasellame, frammenti di capanne, strumenti litici, frammenti di ceramiche e ossa umane.

Dolmen Frisari - Si raggiunge percorrendo via Ruvo sito in contrada Lama d'Aglio in un terreno in cui sorge la masseria Frisari. Di questo monumento non resta che macerie, ordinate e salvaguardate da una recinzione. Date le misure dei lastroni, si ipotizza che detto Dolmen dovesse essere il pi importante della zona. Furono ritrovati frammenti di un femore umano e un piccolo dente molare.
 
Copyright © MIDO - web agency | All rights reserved | P.IVA 03531880718