Home Luoghi di mare Isole Tremiti
Banner
Isole Tremiti PDF Stampa E-mail

Da TERMOLI: Distanza 192 Km - Tempo di percorrenza circa 3h - Come raggiungerle: clicca qui
E' anche possibile raggiungerle da VIESTE, PESCHICI, RODI GARGANICO e MANFREDONIA: clicca qui
Da FOGGIA in ELICOTTERO: clicca qui


Le Isole Tremiti sono definite "le perle dell'Adriatico" e si trovano a 12 miglia al largo del Gargano. Sono definite in questo modo per la loro incantevole ed incontaminata bellezza, capace di attirare ogni anno migliaia di turisti. Il piccolo arcipelago costituito dalle isole di San Nicola, San Domino, Capraia, Cretaccio e Pianosa.

L'isola di San Nicola il centro storico, religioso e amministrativo dell'arcipelago ed considerata un museo a cielo aperto per via delle numerose tracce di un antico e glorioso passato. Tra i monumenti da visitare si possono citare il Torrione del Cavaliere de Crocifisso, il Castello dei Badiali e l'Abbazia di Santa Maria. Dal punto di vista paesaggistico-naturalistico possibile ammirare la Grotta di San Michele, il cui fronte sembra raffigurare un teschio. La grotta molto famosa anche per il colore delle acque: azzurro-turchesi fosforescenti. Da non perdere anche gli Scogli Segati, enorme masso dirupato
dall' isola e spaccatosi nella caduta perfettamente in due, come se segato da mani esperte.

L'isola di San Domino la pi grande dell'arcipelago ed la pi attrezzata dal punto di vista turistico con numerosi Hotel, Residence, Villaggi, B&B, Ristoranti e Discoteche. Tutta l'isola ricoperta da pini d'Aleppo che arrivano, in molti punti, fino alle rocce, che vanno a strapiombo sul mare. Questa pineta facilmente visitabile in quanto sono stati creati numerosi sentieri attrezzati. L'isola piena di insenature e cale dalle forme pi sofisticate e suggestive: Cala delle Arene, Cala Matano, Cala degli Inglesi, Cala Tamariello, Cala Tonda, Punta di Zio Cesare.

L'isola di Capraia la seconda per estensione delle Tremiti ed di natura prevalentemente rocciosa, con rada vegetazione e macchia di lentisco e capperi. L'isola disabitata ed alla sua estremit nord-est vi Punta Secca sul cui istmo sorge il famoso faro che si accende automaticamente all'imbrunire e si spegne con la luce solare. Sulla costa ovest si trovano due suggestive cale, la Cala Sorrentina e la Cala dei Turchi, mentre lungo tutta la costa possibile incontrare caratterstici archi in roccia detti "architielli" di cui il pi famoso l'architiello di Capraia, situato in prossimit del faro. Nella cala a fianco al faro vi il Grottone, una grande grotta alta 15 metri, larga 8 e lunga 10.

Tra l'isola di San Nicola e quella di San Domino si trova l'isolotto del Cretaccio, un ammasso roccioso di natura argillosa e privo di vegetazione. Pi che un'isola considerato il maggio incessante degli agenti atmosferici.

Ad una ventina di chilometri dalle altre quattro isole di trova Pianosa, un'isola disabitata e senza vegetazione che dal 1989 diventata riserva naturale totale, con divieto di approdo e di navigazione entro i 500 mt., divieto assoluto di pesca e di immersione se non accompagnati da guide subaquee autorizzate. Tutto questo perch i suoi fondali hanno un'importanza strategica per la conservazione e la riproduzione di numerosissime specie marine.

 
Copyright © MIDO - web agency | All rights reserved | P.IVA 03531880718